Scarica il file Regolamento REV06.09.2015 .pdf 100kb

 

1. La Scuola dell’Infanzia accoglie, attualmente, bambini secondo le indicazioni della vigente Legge.

2. L’iscrizione alla scuola è fatta da uno dei genitori a mezzo richiesta scritta mediante modulo apposito da ritirarsi presso la scuola stessa.

3. Ogni bambino indossa, durante l’orario scolastico, un grembiulino di qualunque colore. Per il corredo del singolo bambino vengono fornite indicazioni precise dalla scuola.

4. La scuola dell’infanzia cura in modo particolare i rapporti con le famiglie. A tal fine si organizzano anche incontri collegiali a cui i genitori devono sentirsi obbligati a partecipare attivamente.

5. Quando, nel corso dell’orario scolastico, un bambino è indisposto, le insegnanti avvertono tempestivamente la famiglia. A tale fine ogni famiglia deve lasciare alla scuola tutti i recapiti telefonici richiesti.

6. Il bambino che rimane assente per malattia più di cinque giorni può essere riammesso a scuola soltanto se è munito di certificato medico.
Se un bambino dovesse contrarre delle malattie infettive i genitori hanno l’obbligo morale di avvisare la scuola la quale si preoccuperà di trattare tali informazioni con la massima discrezione e serietà.

7. Si prega di tenere presente che l’iscrizione scolastica è un impegno della famiglia. Un bambino iscritto e non frequentante non gode dei benefici di una educazione ordinata e continua.

8. L’iscrizione obbliga alla frequenza, e impegna a versare il contributo mensile di € 140,00. Chi non fa nemmeno un giorno di presenza scolastica in un mese deve versare € 50,00 tutti gli altri sono tenuti a versare l’intera somma. Non sono ammesse riduzioni in base ai giorni di assenza dei bambini. Siete tutti tenuti al pagamento regolare della retta anche nel rispetto di chi paga puntualmente.

9. Il genitore che decide di ritirare il proprio bambino da scuola è tenuto a versare ugualmente la somma di 50,00 euro per il restante anno scolastico. La nostra scuola dell’infanzia è privata e calcola le spese in base al numero delle iscrizioni. Un irregolare afflusso delle entrate pregiudica il regolare pagamento degli impegni assunti all’inizio dell’anno (stipendi del personale, bollette, fatture…).

10. La scuola dell’infanzia funziona attenendosi al seguente orario:
dalle 7,30 alle 9,00, per l’entrata,
dalle 12,45 alle 13,15 oppure dalle 15,30 alle 16,00, per l’uscita.
La persona che accompagna il bambino deve obbligatoriamente rispettare l’orario sopra indicato, e deve aver compiuto la maggiore età. Nel caso in cui non fosse un genitore ad accompagnare il bambino, le insegnanti devono essere avvisate con anticipo e deve venir indicata nello specifico la persona incaricata dal genitore. L’insegnante, infatti, non può affidare il bambino a minorenni o a persone terze senza il consenso esplicito dei genitori stessi. Modulo Ritiro figlio prima dell’orario.

11.    La scuola dell’infanzia offre anche il servizio di sorveglianza dei bambini dalle ore 16:00 alle ore 18:00. Tale servizio può essere utilizzato per l’intero anno scolastico, ovvero per periodi limitati dell’anno scolastico, ovvero occasionalmente a giornata, secondo i seguenti corrispettivi e condizioni:

a.    intero anno scolastico
60,00 € al mese per chi, al momento dell’iscrizione, richiede il servizio per l’intero anno scolastico: in tal caso, il pagamento del corrispettivo per l’utilizzazione del servizio deve avvenire contestualmente ed in aggiunta alla retta mensile e deve essere versato anche in caso di mancato utilizzo totale o parziale del medesimo;

b.    periodo di tempo limitato ad uno o più mesi dell’anno scolastico
80,00 € al mese per chi richiede il servizio per un periodo di tempo limitato ad uno o più mesi dell’anno scolastico per esigenze lavorative del nucleo familiare del bambino (ad esempio, per i periodi di vendemmia, raccolta ciliegie, ecc …): in tal caso, per mese si intende il mese intero od anche solo una frazione del mese (anche una sola settimana del mese sarà considerata mese intero) ed il servizio deve essere richiesto con un preavviso di almeno una settimana prima dell’inizio di utilizzazione del servizio; il pagamento del corrispettivo per l’utilizzazione del servizio deve avvenire contestualmente ed in aggiunta alla retta del mese o dei mesi di pertinenza  e deve essere versato anche in caso di mancato utilizzo totale o parziale del medesimo;

c.    servizio occasionale giornaliero
10,00 € al giorno per chi richiede il servizio occasionalmente, per uno o più giorni, nel corso dell’anno scolastico: in tal caso, il servizio deve essere richiesto e pagato alle insegnanti all’inizio della giornata.

12.    La scelta del tipo di prolungamento d’orario ed il relativo costo è a carico del genitore. La scuola non effettua rimborsi in caso di mancato utilizzo totale o parziale del servizio o variazione dello stesso.

13.    Il ritiro del bambino dopo le ore 16.00, senza preavviso ed in mancanza di gravi ed imprevedibili motivi, viene considerato come  “ritardo non giustificato” ed obbliga i genitori al pagamento, da effettuare al momento del ritiro del minore, del medesimo corrispettivo di 10,00 € al giorno previsto per il servizio di sorveglianza di cui al precedente art. 11.

Nel caso di “ritardo giustificato” da gravi ed imprevedibili motivi ed anticipatamente comunicato alle insegnanti telefonicamente od in altro modo, il ritiro del bambino entro le ore 16:30 non comporta oneri, a meno che la situazione dovesse risultare ripetitiva, nel qual caso il Comitato di Gestione si riserva di assumere i provvedimenti più opportuni nell’interesse della scuola. Il ritiro del bambino dopo le ore 16.30, pur in presenza di ritardo giustificato ed anticipatamente comunicato, comporta il pagamento, da effettuare al momento del ritiro del minore, del medesimo corrispettivo di 10,00 € al giorno previsto per il servizio di sorveglianza di cui al precedente art. 11.

Non sono ammessi, nemmeno per chi fruisce del servizio di sorveglianza di cui al precedente art. 11,  ritardi nel ritiro dei bambini oltre le ore 18.00.

14.    Dopo il ritiro del bambino, al termine della giornata scolastica o in qualsiasi altro momento precedente o successivo, è severamente vietato soffermarsi e sostare nei locali scolastici, nel giardino e/o nel parcheggio della scuola ed utilizzare le attrezzature scolastiche (ad esempio, i giochi esterni). In ogni caso, dopo il ritiro del bambino, la sorveglianza del medesimo e la relativa responsabilità è esclusivamente a carico dei genitori o degli adulti delegati al ritiro.

15. Per comunicare con le insegnanti si deve prendere appuntamento, in quanto non è bene interrompere l’attività dell’insegnante e lasciare incustoditi i bambini.

16. Si informa che all’inizio o durante il corso dell’anno scolastico potrebbero aggiungersi altre specifiche nel presente regolamento. E’ nostro dovere, in tal caso, avvisare i genitori dei bambini iscritti.

17. In merito al servizio di trasporto, nel caso in cui si verificassero degli imprevisti tali per cui viene chiesto alle insegnanti di non mettere i bambini sul pulmino, sarà responsabilità dei genitori avvisare tramite comunicazione scritta e firmata. Non verranno accettate comunicazioni per via telefonica.
Se un genitore fosse colto da un impegno improvviso e di conseguenza non riuscisse a consegnare la comunicazione scritta dovrà venire a prendere il bambino a scuola prima dell’arrivo del pulmino. Modulo Ritiro figlio prima dell’orario.

 

Lo statuto

Share